Drazan Gunjaca site

EDIZIONI:


Nota biografica
Intervista
Links

E-mail

EDIZIONI
I congedi balcanici
La roulette Balcanica
Il crepuscolo della ragione
Amore come pena
A metá strada del cielo
Quando non ci saro' piu'
Buona notte, amici miei
I sogni non hanno prezzo
Tutti gli uomini sono fratelli
- Acquerello Balcanico
- Lo stupro della ragione
- Sette giorni di solitudine
- Il cielo sopra la Dalmazia

 











 



ISBN 8887808635

Romanzo datato prima della guerra che descrive le tragedie di persone nel periodo compreso tra il 1991 e il 1994, nei territori dell' ex Jugoslavia, dove attraverso l'ironia e il grottesco, riso e lacrime, parla come ogni guerra e' un male per se, ma le guerre nei Balcani sono piu' mali assieme per motivi storici ed altri ancora.


ISBN: 8887808236

Godot è arrivato. Una notte del 1991 in un appartamento in cui ad aspettarlo non c’erano Vladimir ed Estragon bensì Patar e Mario. La lettura del dramma mostrerà al lettore che Godot è meglio aspettarlo che incontrarlo.
Mr.sc. Srdja Orbanic


ISBN 953-6966-09-3
Non sono molti gli autori che riescono nella difficile impresa di raccogliere, nelle brevi vicende di personaggi inventati, le trame della storia di tutto un popolo. Meno ancora sono quelli, però, che sono in grado di farlo quando la parola “popolo” si è trasformata e moltiplicata in “etnie”, “nazioni”, e quando della storia sembra sia stata persa la memoria.
dr. Massimiliano Zantedeschi


ISBN 953-6966-04-2
Terza parte della trilogia I CONGEDI BALCANICI. Se il romanzo I CONGEDI BALCANICI si può definire un parabola sull'assurdità della guerra, allora questo romanzo si può definire un romanzo che sostiene la tesi in cui la guerra viene contemplata attraverso le indelebili conseguenze a lungo termine sui destini e le coscienze della gente

ISBN 953-6966-07-7
Prima parte della trilogia I CONGEDI BALCANICI. Un romanzo che parla di una gioventù, della maturazione e della vita in uno stato che non c'è più...

ISBN 953-6966-03-4
Un lavoro poetico interessante e ricco di suggestioni che cerca di affrontare con notevole energia lirica e forza evocativa, i grandi temi del pensiero e della poesia contemporanea. Si muove infatti sullo sfondo la
necessità di libertà, di apertura di nuovi spazi di riflessione e di vita, nei confronti di una realtà spesso troppo fredda e in palese contrasto con
l'esistenza intima delle persone. Il poeta ne è colpito profondamente e reagisce con l'arma che gli è più vicina e consona, la parola.
Giulio Perrone


ISBN 953-6966-12-3

Buona notte, amici miei si potrebbe perciò definire anche come un romanzo generazionale con la tesi che l’autore, mi sia permesso di parafrasarlo, senza un minimo di ipocrisia, senza battere un ciglio, dal profondo della propria anima, illustra un piccolo mondo ristretto in cui nessuno si sente bene ma neanche cerca di cambiarlo... Il modo in cui Gunjaca costruisce ed espone la storia è sulle tracce del suo stile conosciuto ai lettori: amaro, duro, spesso grezzo, ma già nel momento seguente pieno di umorismo (nero), qualche volta persino sentimentale, con una vasta gamma di sentimenti e stati d’animo umani.
Mr.sc. Srdja Orbanic


ISBN 953-6966-13-1

Questa è dunque una storia di due anti-eroi, di due perdenti non adattati, perennemente sotto la spada di Damocle che minaccia di interrompere il sogno comune... Ma dato che si tratta di perdenti, di anti-eroi, loro lo fanno con coerenza, con tanta ironia e autoironia, sarcasmo reciproco che spesso sa essere maligno a fin di bene. Come si addice a due amici nazionalmente denunziati e non coscienti, un Serbo e un Croato, che non vogliono sentirla di prendere posizione nazionalmente, ossia svegliarsi e finalmente diventare nemici. Mr.sc. Srdja Orbanic


ISBN 88-8825-11-7

("È così difficile essere un piccolo uomo comune in guerra, dovunque essa ti sorprenda. La storia s'interessa solo di quelli che ritiene di sua misura, non degli uomini comuni") dice l’autore di quest’opera che scava nelle nostre coscienze, lasciandoci, forse, più tristi, ma più consapevoli e, certamente, meno poveri.
Renza Agnelli


ISBN 953-6966-14-X

la continuazione del dramma Roulette Balcanica


ISBN 88-7418-317-8

Si può scrivere dopo Auschwitz, si chiese Adorno, e questo romanzo di Gunjaca forse può offrire la risposta: si può e si deve, perché in questi tempi traditi dalla storia umana, la testimonianza è necessaria per offrire qualche speranza in un futuro migliore a tutte quelle persone tradite, all'umanità umiliata e sopraffatta. Per quanto possa sembrare paradossale, il romanzo di Gunjaca è un romanzo che parla di speranza, della fede indistruttibile che l'uomo ha nel Bene, la fede che sopravvive al male più terribile.

Mr.sc.Srdja Orbanic

 


ISBN 953-6966-15-8

Il più semplice tentativo di definire il romanzo "SETTE GIORNI DI SOLITUDINE" è che è un romanzo femminile scritto da mano maschile.

ISBN 978-88-99376-52-9

Dalla notte dei tempi l uomo ha sempre alzato lo sguardo verso il cielo per pregare, promettere, imprecare, cercare risposte e spiegazioni sul suo destino terreno, instaurando in questo modo un asse verticale etica del mondo in cui viviamo. Questa dimensione essenziale della vita umana č contenuta nel titolo del nuovo romanzo di Drazan Gunjaca, Il cielo sopra la Dalmazia . Emotivamente, mentalmente ed intellettualmente profondamente radicato nel suo territorio natio la regione della Cetina e la Dalmazia Gunjaca condivide con i lettori la propria ricerca di risposte a circostanze ed eventi storici che hanno definito la sua patria attraverso un gruppo di amici nel periodo immediatamente prima, durante e immediatamente dopo la Seconda guerra mondiale.

Mr.sc.Srđa Orbanić

 
ANCHE IL CIELO E' PER GLI UOMINI
ISBN 978-953-6966-21-9