Drazan Gunjaca - LA ROULETTE BALCANICA

AL POSTO DELL' INTRODUZIONE

home
Nota biografica
Intervista
Links

guestbook
E-mail

. La roulette Balcanica
- libro on-line
- al posto dell
' introduzine
- sul dramma
-
nota del redattore

EDIZIONI 
- I congedi balcanici
- La roulette Balcanica
- Il crepuscolo della ragione
- Amore come pena
- A metá strada del cielo
- Quando non ci saro' piu'
- Buona notte, amici miei
- I sogni non hanno prezzo
- Tutti gli uomini sono fratelli
- Acquerello Balcanico

 

Al posto dell' introduzione, ho deciso di citare un paio di citati di uno dei miei scrittori francesi preferiti, Denis de Rougemonta, ritendendo che loro da soli spiegano molto bene cio' che ho voluto dire con questo dramma.

«Qualcuno ha detto: Se Parigi sara' distrutta, perdero' il desiderio di essere europea. La citta' della luce non e' stata distrutta: lei si e' spenta. Deserto di vecchi sassi senza anima …
Qualsiasi perdigiorno potrebbe in questa notte di maggio essere baciato dalla fortuna che fa nascere il tramonto del sole su Saint-German-des-Présom, movimento inebriante delle santita' dall' Arco a Chevaux de Marlyja, secoli di grandezze, miseria, saggezza, traccie che ha portato il personaggio di questa capitale, gentile e fiera di qualsiasi altra. Qualsiasi perdigiorno, ma no il conquistatore …
Non si conquistano con i carrarmati i doni dell' anima e il senso della vita che ci manca.»

(passo dell' articolo della Gazette de Lausanne, del 15.06.1940, il giorno dopo l' entrata delle truppe nazziste a Parigi)


«Fare del male non e', per la verita', cosi' diabolico quanto, quando gia' sembra, il suo batezzare in bene. Cio' significa prendere a tutte le morti la loro importanza, capovolgerle, leggerle all' inverso … Capovolgere e da dentro abbattere i criteri della verita'. E alla fine, nella bocca della verita' mettere le bugie !
(dal libro «La parte del diavolo»)

webmaster
www.pakom.hr